I SanMarchini raccontano

In questa calda estate, anche se scarseggiano le gare, i nostri  SanMarchini  non si fermano!!  Alessia ci racconta il suo Cammino !!

——————————-


La via Francigena
di Alessia Macrì
Mi metto in cammino

Il giorno tanto atteso finalmente arriva e in un battibaleno mi ritrovo a Fidenza, pronta a camminare con le mie compagne d’avventura, negli amati sentieri e quest’anno attraversando le Alpi  Apuane. Proprio così, non è un modo di dire, mi sono ritrovata a scalare la montagna … pensavo che la Valle d’Aosta, nel cammino di due anni fa, fosse stata la parte più dura, ma devo ricredermi, le Alpi Apuane non fanno sconti a nessuno.
Così come ti fanno soffrire e avresti voglia di mollare tutto, allo stesso tempo sono una meraviglia per gli occhi e per l’animo.
Ho attraversato tante città e tanti boschi, conosciuto gente di cuore e ognuno dei borghi e posti visti, mi hanno lasciato qualcosa.
Camminando si riscopre il senso della lentezza, gli occhi riescono così a catturare dettagli che nella vita di tutti i giorni diamo per scontati e la stessa cosa vale per le orecchie.
Le tappe più belle sono state da Sivizzano a Cassio, tutta salita, quella salita che i parmigiani chiamano “la salita cattiva” … da li si arriva poi al Passo della Cisa, attraversando paesini sperduti e boschi rigogliosi e dulcis in fundo, la tappa Aulla-Sarzana.
Pochi ma impegnativi chilometri tra i vigneti, questa volta in discesa, discesa che metterà a dura prova le mie ginocchia.
Durante questi cammini si ha la possibilità di passare molto tempo da soli e i pensieri fanno da protagonista nella mente … la via Francigena mi fa vedere l’Italia bella, quella vera e il mio augurio è che in tanti possano un giorno mettersi in cammino!!!!

Ultreya!!!!