I SanMarchini raccontano

TOZ – TRAIL OASI ZEGNA – 16 km 750 D+

Si respira la gioia di correre e condividere una passione

di Raffaella Nebuloni e Maddalena Spadotto

Ci troviamo domenica mattina a Trivero, nel piazzale che ospita arrivo e partenza del TOZ, Trail Oasi Zegna.
Un bel gruppetto di Sanmarchini che affronteranno il minitrail km 16 D+750, neanche la “dignità” del ” corto”, come le gare per bambini, scherziamo fra di noi.
Facciamo una corsetta di riscaldamento, foto di rito e pronti, partenza via!!!
Il minitrail, si dimostra quasi subito molto trail e poco mini.
Dopo un brevissimo tratto di strada asfaltata entriamo nel bosco e si inizia a salire, salire davvero su per sentieri ripidi e resi fangosi dalla giornata incerta tra sole e pioggia.
Ci sono dei tratti davvero impegnativi, molto ripidi e scivolosi.
Il gruppetto si divide, Alessandro e Filippo volano via, noi ladies Maddy e Raffy insieme, seguono Faust e Gianni.
Siamo già affaticate ma la sgargiante bellezza dei rododendri fioriti ci rincuora, e ci costringe a fermarci per una foto, qualcuno ci esorta a non perdere secondi preziosi e tra una risata e un “chissenefrega” riprendiamo.
Ancora salita, salita e salita nel bosco, sentieri stretti, radici e sassi.
Arrivate in cima ci soffermiamo qualche secondo ad ammirare il paesaggio molto suggestivo.
A questo punto inizia la tanto sospirata discesa, bella ma ugualmente difficile. Il sentiero è stretto, ci sono tanti sassi e radici sporgenti, gradoni di legno e massi scivolosi. In alcuni tratti si addolcisce e si riesce a correre bene, procediamo insieme fino alla salita finale!
In cima alle scale, ultima fatica, ci aspettano i ragazzi, che ci esortano a non mollare, ormai siamo all’arrivo e con un bel salto tagliamo il traguardo!
La bellezza della natura circostante, i profumi ed i colori dei fiori e del bosco, ma soprattutto l’atmosfera di gioiosa condivisione, rendono i trail eventi speciali.
Si respira la gioia di correre e condividere una passione.