Quelli che la lotta è contro se stessi

Noi SanMarchini siamo numerosissimi, ogni domenica partecipiamo a tante manifestazioni, mediamente ogni week end corrono più di 100 atleti bianco blu sulle strade del paese, qualche volta anche all’estero, riempendo i percorsi di allegria; abbiamo tanti atleti che lottano per il podio e spesso  la loro bravura rischia di oscurare quel grande popolo di noi “Runners comuni” noi che la lotta non è per il podio ma contro noi stessi o per noi stessi.

Prendendo spunto dalle due maratone di Domenica scorsa vogliamo provare a raccontare le storie di alcuni di noi, c’è chi ha fatto il personale e chi è incappato in una giornata storta, chi corre per aiutare la moglie o chi per aiutare tanti runners fino a quel giorno sconosciuti e chi corre perchè importante è correre.

Oggi vogliamo dare risalto ai Personali e agli esordienti

Personal Best dicevamo, oltre alle già citate e premiate Monica e Cristina, scorrendo la classifica di Milano ci imbattiamo in Alessandro (Mantia) che con la sua costanza si migliora di ben 13 minuti, ci piacerebbe essere nella sua testa, un miglioramento così grande e la beffa di 46 secondi che non lo fanno scendere sotto le tre ore.

Maurizio (Naldi) è da pochi anni in società ma già si è distinto per il grande aiuto che da durante le manifestazioni, nella sua prima maratona porta alla grande i colori biancoblù con il suo prestigioso 3.30.20; ed Eugenia (Marusyn) che zitta zitta si scrolla di dosso quasi 4 minuti? che grande prestazione ha fatto col suo 3.49.44!! Poi Gianni (Colombo) che sigla il suo personale e ce lo racconta rendendoci tutti partecipi, bravo Gianni, uno dei frutti del gruppo pista del martedì. Poi Milano ci racconta anche la storia del nuovo socio Eros (Pignatti) che si presenta correndo una maratona ed a fargli eco ecco il debutto di Monica (Lualdi) mettiamoci nei suoi panni, ricordiamoci la nostra prima, quando dal 35esimo in poi ti domandi “ma cosa sto combinando” è sul viso hai la smorfia di fatica, ma nella testa il sorriso di chi la sta combinando grossa, in questi casi il tempo non conta, non conta solo cosa provi al traguardo, conta cosa provi mentre stai correndo.

Milano chiama e Roma risponde, risponde alla grande diremmo!! Nomi noti; famosi Pacer, Top SanMarchini ad onorare la canotta con tempi super e qui, nella città Eterna,  è il gentil sesso a farci urlare di gioia;  Roberta (Slanzi) trova qualche mese di tranquillità dagli acciacchi che la hanno infastidita negli ultimi tre anni, usa questi mesi per prepararsi alla grande e lima il suo personale siglando un ottimo 3.47.32, gioiamo per Roberta, immaginiamo il suo sorriso quasi incredulo nello scorrere dei km, tutti vissuti in compagnia di Sergio! tra le donne si intromette Javier (Guerrera), la sua storia  non la vogliamo raccontare? come no! lui attende la gara nella capitale per piazzare una zampata incredibile, 20 minuti limati con tenacia e sacrificio in allenamento per poter fermare il crono a 3.54.10. Squilli di tromba anche per Daniela (Novo) che sigla un tempone 4.09.35, il suo personal best dicono i bene informati è solo di passaggio, lei sta già mirando altre mete, corre nei Trail, si allena in pista, Daniela sta dimostrando quello che vale a tutti noi.

Queste sono storie che abbiamo potuto solo immaginare, forse lontane dal vero o forse vicine alla realtà; e allora perchè non ce le raccontate voi in prima persona, perchè non ci fate partecipi delle vostre emozioni, aspettiamo i vostri racconti, troveremo il modo di pubblicarli tutti; magari incominciando dalla prossima gara!

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *