La Domenica dei SanMarchini 11 novembre

La “Domenica dei SanMarchini” raccontata da Antonio Erre (erre.antonio@libero.it)

LA NOSTRA MARATONINA

Per certificare la soddisfazione per l’ennesima riuscita; ogni anno che passa, sempre meno sbavature nell’organizzarla. Tanto per non azzardare che è perfetta. I trecento volontari, praticamente tutti i Soci, più parecchi Amici esterni, il loro lavoro di dedizione entusiasta, la loro umiltà e serietà nel seguire le direttive, tutto questa rende la Nostra, la più invidiata fra quante se ne conosca. La ripetività dei gesti, resi di anno in anno sempre più affinati e senza pecche, con una continua migliorìa che deriva dalla esperienza. Questa volta poi parlava la Cabala, per essere la numero Uno. Osservate la ripetizione ossessiva del numero 1: Si era  nel giorno 11 del mese 11 dell’anno 11…(2018= 2+1+0+8= 11). Se questa non è Predestinazione! A dettare istruzioni e guida, la presenza rassicurante dei Presidenti succedutisi negli ultimi vent’anni: Claudio Ronchetti, Fausto Tovaglieri, Enrico Traietta e naturalmente Antonio Apolonio, attuale reggitore della macchina organizzativa.

Il Pres Apo ringrazia, eccolo:

“Giù il sipario alla 27^ Maratonina  della città di Busto Arsizio. Volevo ringraziarvi uno a uno per la vostra partecipazione attiva alla buona riuscita della manifestazione. Ancora una volta siete rusciti a fare il miracolo di una Società di appena 300 persone in una piccola cittadina. Siamo riusciti ad organizzare una manifestazione di livello nazionale invidiata da molti. Per una domenica non abbiamo corso, ma fatto correre tantissimi podisti. Sono orgoglioso di voi e vi trasmetto il messaggio di Gigi Farioli, assessore allo sport ed ex sindaco: “ Grazie di tutto e complimenti, oggi abbiamo avuto l’onore e l’ orgoglio di partecipare ed essere co-protagonisti di un vero spettacolo ricco di emozioni e significato.   Il  mio personale grazie a tutti i collaboratori!!”

Facciamo nostro l’orgoglio dell’ex sindaco Farioli, che fra l’altro ha seguito con passione la Maratonina dai minuti prima della partenza fino alla fine, cioè aspettando l’ultimo arrivato.