La Domenica dei SanMarchini. Luglio 2021.

La “Domenica dei San Marchini” raccontata da Antonio Erre

Mezza Maratona Alpe di Siusi.

Corsa in montagna.
Dislivello di 600 metri. Ma siamo sull’altopiano più grande d’Europa e forse il più alto. Pensate, si corre a duemila metri sul livello del mare.

Alessandro Zaro, 2.02.29
Su e giù per strade bianche e prati verdi. Di fianco lo spettacolo delle dolomiti che tentano di distrarti dall’impegno. Il Vice-Pres ne è estasiato, è puro incanto, poesia   fiabesca, si tocca il cielo con un dito e anche con tutta la mano.

 

 

 





3 Campanili Half Marathon.
Vestone Brescia

Salita costante, per tre quarti di gara.
C’è l’asfalto, c’è lo sterrato e anche un po’ di sentiero erboso e ripido che ne accentua la difficoltà. Ultimo quarto discesa bella, continua, panoramica (non per chi corre!!).

Laura Maffioli, 2.40.38. Quinta di Categoria!!

 

 

 










Palzola Run.
 Cavallirio. Novara. 15 km.

Marco Contini, 1.31.47.

Alpe Duno San Martino. 2,2 km.

Moreno Marconato, 39.44.

 






Angelo Cerello. 50.33.

Non è nostro, ma vale la pena menzionarlo.
Il quale Angelo a dirla tutta ci mette un po’ a finire.
Però ha un’ attrattiva speciale, perché appartiene alla categoria M 85,
cioè un augurio e una speranza per tutti.
Bravo Angelo!!

 

 

 


Cinquepuntozero.
 Cinque km per le strade di Canegrate.
Maria Cristina Guzzi, 20.53. Prima di Categoria!! aggiungo un Naturalmente!
Recrimina che non ha battuto quel fiore detto Gelsomino.
Luciano Pellizzon, 21.29. Onnipresente. Non ne lascia andare una!

Gran Bucc Trail. 30 km.

Maria Cristina Guzzi, 4.09.52. Quinta Donna!!
Sempre più difficile.
























Ho notato che fra i soci Sanmarchini la scolarizzazione media è piuttosto alta, il livello di istruzione è elevato.
Ma che qualcuno abbia abbracciato la Psicologia non mi risulta. Peccato.
Perchè il lavoro non mancherebbe.
C’è tanta gente incasinata, che desidera essere sbrogliata, che da sola non ce la fa.
Allo Psicologo è sufficiente far risalire le attuali intorcinature della mente all’infanzia, risalendo e rovistando sui traumi infantili, sul complesso di Edipo, sulla sindrome di Peter Pan, o sulla mamma troppo o troppo poco presente.
Si potesse tornare indietro nel tempo io virerei deciso sulla Psicologia, servirebbe anche per capire i diversi motivi che spingono i runners a correre.