La domenica dei SanMarchini 21 maggio

5000 in Pista
Il pensiero subito ai veri registi e protagonisti dell’evento:
Fiorangela, Marta, Ornella, Vincenzo, Paolo, Angelo.
Grazie a loro funziona l’ingranaggio con precisione svizzera. ALLORO!
E qui aggiungiamo un breve pensiero del presidente Apolonio
Dopo una mattina molto fresca,eccoci sotto uno splendido sole con temperature molto calde a dare vita alla solita festa annuale dei 5.000 mt in pista in quel di Sacconago ,come di consuetudine numeroso gruppo di sanmarchini presenti all’evento,quest’anno per me nelle nuove vesti di pres di questa bella famiglia,mi è doveroso ringraziare tutti gli artefici che si sono adoperati alla riuscita della kermesse,in particolar modo le persone che non hanno corso,atleti,consiglieri,mariti,e quelli che si sono sdoppiati oltre a correre a fare servizio al ristoro,a prendere i tempi,a fotografare.Un ringraziamento anche a chi ha gareggiato tra il serio e il faceto tutto ha reso al coronamento di un bel pomeriggio vissuto assieme,per quanto riguarda la competizione vorrei citare i primi due al traguardo Milani Max e Ruzza Stefano due atleti che con la loro presenza hanno dato lustro alla competizione,trattandosi di due personaggi di un certo spessore sia a livello nazionale sia  di livello da oltre confine,e con un plauso vorrei accomunare due sanmarchine in rosa Alessia Macrì e Cristina Galeazzi che hanno dato tutto quanto in loro possesso,nel mezzo tanto divertimento e fatica,chi ha visto i sorci verdi ,chi le varie madonne,per quanto mi riguarda ,facendomi trascinare da una splendida lepre ho visto ben altro. Infine chi è rimasto fino a tardi ha potuto partecipare al terzo tempo con un bel apericena (più cena che aperitivo) nel quale si è rivissuto il divertimento pomeridiano.”

Giuseppe Misiano———23.03. Epperò, per un pelo non doppia tutti. Inaspettato.
Antonio Marino———–24.51. La volpe esce pian piano e si mette a sorpassare.
Sandra Novo—————25.05. Parte sparata, ma regge. Cinquemila sono pochini per arrivare al calo.
Luca Paternoster———25.17. In affanno da subito. sorprende l’allungo finale.
Milena Rosa—————25.28. Pochetto al di sotto. Antonio Erre————–25.30.
Giovanni Mezzanzanica-26.23.
Maria Nicodemo———26.24. Prima volta.
Alessandra Gatti———26.32. Personal Best!! Per me ne avrebbe ancora. A la procheme.
Carlo Lualdi—————26.36
Serafina Generoso——27.09
Alessia Macrì————-29.53
Cristina Galeazzi——–30.09. Prima volta.

Silverio Cova————-21.51
Giambattista Genoni….22.24 Un ritorno alla corsa dopo mesi di tribolazioni fisiche
Gianni Colombo…………22.55. Personal Best!! Sotto i colpi di frusta del colonnello si migliora immancabilmente.
Savilo Mantiero………….Prima volta. Nomeecognome frutto della fantasia artistico/italica.
Mariela Oropeza——–23.02. In decrescendo negli ultimi.
Sara Ravanello———–23.19. Prima volta.
Giovanna Nervei———23.21. Sui suoi livelli.
Giuseppe Pittalà———23.40. Un semplice preriscaldamento, per lui.
Luigi de Benedetto——24.03.
Faust Ceraulo————24,14,
Dana Bortolusso——–25.33. Prima volta.
Renato Galli————–25.34. Domani ho il Verticale.
Gabriele Mischiatti—–Ritiro.

Maurizio Naldi———–20.28. Personal Best!! La sorpresa sta nel suo modo di interpretare. Bisogna vederlo. Caracolla elegante, tranquillo, ma efficacissimo.
Massimiliano Mainini—21.45. Prima volta.
Giuseppe Abadini——21.54. Prima volta. Fresco anche di prima volta in maratona.
Tiziana Frasson———22.25. Prima volta, da incorniciare.
Antonio Apolonio——22.25. Tempo da Pistard. Mentre le gambe vorticano, ne approfitta per approfondire i suoi studi sull’Anatomia Comparata.
Artino Olivetto———-22.40.
Christian Colombo—–22.56.
Diego Rossi————–23.04. Praticamente ricalca l’anno scorso.
Marco Vatilli————-23.05
Paolo Oldani————23.18. Bene, bene! Ma non per la corsa, che parte ultra e finisce in evidente decrescita, ma per aver assemblato i Gironi in modo armonico ai tempi probabili,
evitando sfasature.
Maddalena Spadotto—23.25. Personal Best!! La Pistard elegante.
Elio Cattaneo———–23.55. Cede un po’ troppo anzitempo.
Samantha Giani——–24.18. Personal Best!! Anche se di poco, ma la forma regge.

Stefano de Giorgi——20.14. Prima volta.
Nicola Settembrini—–20.16.
Gianluigi Caldiroli——20.24.
Alessandro Zaro——–20.35. Sorprendente la progressione nella parte finale.
Luciano Rosso———–20.42. Strafà all’inizio.
Maurizio Serpe———20.43. Ben tornato.
Agostino Natale——–20.56. Quasi Pers.
Luigi Gaiga————–21.05.
Mauro del Bosco——21.25.
Roberto Danieli——–21.31.
Luca Crespi————-21.54.
Pietro Tuzzolino——-
22.01. Personal Best!! E ci sta, nel suo anno di crescita.
Giorgio Vago. Ritiro.

Lorenzo Baldon——–18.50. Ricalca identico il 2016. M è da girone finale.
Eros Grandini———19.06.
Salvatore Alesa——-19.41.
Serena Mattavelli—-19.45. Personal Best!! Emerge col  passare dei giri, inarrestabile. Ma non sorprende più la sua crescita. Prima donna assoluta della giornata.
Carlo Smeriglio——-19.47. Quattro secondi di troppo, risparmia un allungo indispensabile. Economia fuori luogo.
Vincenzo Lepore—–20.19. Mantiene il suo livello alto.
Cristina Guzzi——–20.22. Ci si aspettava un duello fra lei ed Eros. Ma Baldon e Mattavelli non l’hanno permesso.
Nicola Schettini—–20.40. Personal Best!! Chapeau.
Maurizio Airaghi—-21.02. Delusetto, ma è strutturato per i lunghi.

Massimiliano Milani–16.39. Ribadisce alla lira il Personale dell’anno scorso! Il più veloce sanmarchino di sempre. Sui suoi meriti disquisisce meglio lui, nei suoi scritti.
Marco Consolaro—-17.18. Personal Best!! Ci sarebbe da dire: come previsto, data la costanza delle sue performanches.
Stefano Ruzza——-17.33. Tallona il Massi a lungo, con orgoglio, tanto da fargli dire che ha visto il suo personale sui tremila. Ciò lo stronca e paga la seconda manche.
Roberto Pallaro—–17.48. Zitto zitto, ma fra i primi sanmarchini in assoluto c’è sempre.
Diego Furia———–18.20. Crescendo nella seconda. L’impressione  che non ci credesse all’inizio.
Graziano Bottini—–18.33. Prima volta. E se tanto mi dà tanto…bisogna tenerlo sott’occhio.
Massimo Bongini—18.37. Ma è solo un pre-riscaldamento per domani.
Luca Ruggero——–18.40. Prima volta. Altro sotto la lente.
Antonio Calò———18.43.
Francesco Jaderosa—18.46. Eppure stava così male…
Andrea Stillavati—-18.47. Sfiora il suo livello massimo.
Fabrizio Colombo—19.03. Si gioca su alcuni secondi di troppo, ma c’è.
Gabriele Forasacco—19.08. Il suo meglio sta a 19.07 !!!! Per dire quanto è in forma.

Serale di Busto.
L’allegra serata annuale. Come al solito, tirando
le somme, soddisfazione in Società per la buona riuscita.

Mezza del Naviglio. Cernusco.
Massimo Bongini, 1.24.50. Quinto di Categoria!! Ieri mi sono trattenuto in vista della mezza.
Lorenza Banchetti, 1.27.09. Prima di Categoria!! Sesta Assoluta!! E ciò sta nelle sue abitudini.
Però, Lorenza, sarebbe stato bello vedere il confronto con le altre sanmarchine sui cinquemila…..
Andrea Gornati, 1.27.10. Uno dei quattro è lui. Ma la Mezza non c’entra. Parlo dei quattro
sanmarchini che negli anni scorsi sono scesi sotto i diciassette  minuti nei cinquemila: Milani, Gornati, Fonnesu, Pallaro.
Salvatore Rastro, 1.43.20. Svolazza intorno al suo personale.

Esino Sky Race. Esino Lario. 25 km. 1000 mt D+
Stefano Ruzza, 3.02.19. Settimo Assoluto!!

Elirunner. Samarate.
Team Treemme run:
Marco Malanchini, Maurizio Airaghi, Nicola Schattini, 11 giri, 16,500 km
Team: Ragazze dell’Altro:
Dana Bortolusso, Manuela Pariani, Alle Gatti, 9 giri, 13,500 km
Team Bella Gian:
Gianluigi Caldiroli, Ciro Izzo, Marco Raimondi, 11 giri, 16,500 km.

Grand Prix Città di Novara.
Fabrizio Colombo. Ottavo Assoluto!!

Lagoni Trail. Dormelletto (No).
Marco Turconi,
1.47.39.
Fausto Sartorato,
2.38.42.

Polimirun. Milano.
Lorenzo Baldon, 39.02.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *