La Domenica dei SanMarchini edizione ponte 1 Maggio

Rimini Marathon.

Ponte della festa di tutti i lavoratori, ma i nostri atleti sicuramente non hanno riposato.

Soddisfazione alta per la trasferta/gita SanMarchina nella città delDivertimento. Oltre a svagarsi i nostri hanno ben figurato in gara.

Rimini Marathon

Sergio Orlandi, 3.21.00.
Luca Greggio, 3.28.08.
Alessandro Mescia, 3.28.28.
Luciano Rosso, 3.38.15. 11esimo di Categoria.
Gaetano Covizzi, 3.44.15. Pacer.
Roberta Slanzi, 3.49.01. Sesta di Categoria!!
Francesco Preatoni, 5.16.51.
Luigia Scalco, 5.16.56. Sesta di Categoria!!
Michele Ballarino, 5.30.26. Pacer.

Rimini Ten Miles, quindi 16 km nostrani.
La San Marco fa man bassa di premi.
Alfio Torre, 1.01.13. Primo di Categoria!!
Diego Furia, 1.03.45. Quinto di Categoria!!
Maurizio Serpe, 1.14.57.
Antonio Apolonio, 1.19.38. Quarto di Categoria!! Non solo il Pres è tornato alla grande, ma pure va di Categoria.Eterna palingenesi dei sanmarchini di polso.
Laura Conte, 1.22.19.
Daniela Novo, 1.26.20. Sesta di Categoria!!
Milena Rosa, 1.26.31. Prima di Categoria!! Il podio più alto fra i nostri.
Daniele Simonazzi, 1.26.31. Sesto di Categoria!! Ma anche complice (!) del successo di Milena.
Luca Paternoster, 1.29.46.
Marilena Saretto, 1.35.26.

Dusseldorf Marathon.

Lorenza Banchetti, 3.02.58. Nona Assoluta!! Seconda di Categoria!!Il vento fortissimo frena la Piuma Sanmarchina,ma non interrompe il suo dialogo personale con il podio.L’Alloro è proprio il minimo da darle, non foss’altroper la continua esaltazione della nostra magliain tante maratone in Germania.
Andrea Gornati, 3.03.00. Guida da par suo Lorenza. Anche se poi l’alunna supera il maestro.

Gore Tex – Washington. 50 Miglia (80 km !!)

Eleonora Duregon, 9.54.00. Quarta Assoluta!!!
Alle dieci miglia di Rimini, Eleonora moltiplica E risponde con cinquanta…aldilà dell’Oceano.

Maratona del Riso. Santhià.

Fabrizio Colombo, 3.05.13. Secondo di Categoria!! (su 38).La mattinata da tregenda lo tortura in vari modi,ma vento traverso gelato e pioggia esaltano comunque la sua gara.
Giuseppe Abadini, 3.53.33. Buono. Considerando il meteo davvero proibitivo. Le ambulanze hanno soccorso molti atleti in ipotermia.

Mezza del Riso. Santhià.

Simona Cozzi, 2.35.51.

Per Correre…Legnano. 20 km.

Salvatore Alesa, 1.26.45.
Curzio Mascarello, 1.31.22. Appaiato con: Carlo Smeriglio, 1.31.22.
Maurizio Airaghi, 1.34.26.
Manuela Pariani, 1.45.58. Con: Gianluigi Caldiroli, 1.45.58.
Luca Cantarella, 1.51.14. Dopo lunga assenza.
Gianni Colombo, 1.54.33. di cui alleghiamo l’estratto del suo racconto
Mio fratello ed io siamo assidui frequentatori della Legnano Night Run da anni, non perdiamo occasione per correre nella nostra città natale. Ecco perché, appena appresa la novità della prima edizione della Per…correre Legnano, abbiamo subito appuntato la data sul calendario e perfezionato l’iscrizione l’indomani la Milano Marathon. Pettorali bassi infatti per me (29) e mio fratello Max (34), manco fossimo due keniani. Come dice il mio amico e compagno di squadra Curzio, correre nella propria città è impagabile; la prima bozza del percorso poi mi piaceva tantissimo, prevedendo il passaggio negli 8 Manieri delle Contrade della città. Purtroppo, per questioni di autorizzazioni e viabilità, credo, il percorso è stato modificato e abbiamo toccato solo un maniero degli 8: il Cascinone della Flora. 
Il mio giudizio sulla gara potrà sembrare di parte, essendo legnanese, ma ho apprezzato molto questa nuova manifestazione. Non ho, personalmente, visto troppe lamentele agli incroci o sentito clacson suonare. Certo che il percorso originale era un’altra cosa, con il passaggio davanti ai manieri delle 8 Contrade: spero davvero che l’anno prossimo si possa modificarlo in tal senso, coinvolgendo magari le Contrade stesse. Partenza e arrivo al Castello sono ormai un must: bene anche il ristoro anche se… mancava la birra 😉. In conclusione mi auguro di cuore ci sia una seconda edizione e… tante altre. “

Per Correre…Legnano. 10 km.

Lorenzo Baldon, 37.18. Lo vedi di rado, ma se c’è…splende.
Mauro del Bosco, 43.18.
Lucia Alicante, 50.42.
Dania Bortolusso, 51.42.
Miriam Latella, 55.56.
Raimondo Romano, 1.09.33. Con: Piera Mozzicato, 1.09.33.


Bolladello. Bradipo Zoppo. 12 km.
Sotto un velo di acquerugiola fredda e persistente.Ma il
Vincitore Assoluto è nostro:
quel
Massimiliano Milani ormai consacrato d’élite, che mette sull’attenti i vari Brambilla (!), i
Vasi, i Pomesano; che sa programmare con scientifica determinazione i miglioramenti realizzabili e
che il fisico gli consente.
Premio Primo Gruppo…è ovviamente nostro!!
Marta Lualdi si incorona Terza Assoluta e
Marco Consolaro Quinto Assoluto!!

Ultra Milano Sanremo. 285 km.

Faticaccia immane di
Angelo Cislaghi, partenza sabato 29 Maggio, ore 10.00 e arrivo alle 9.54 di lunedì primo Maggio (fate voi il conto ore),classificandosi come 19esimo Assoluto.
Quando l’uomo non pone limiti ai suoi limiti.

Da segnalare Maurizio Naldi e Paolo Oldani in tour tra francia ed Italia per la fiaccola votiva dell oratorio di Sacconago.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *