La Domenica dei SanMarchini 22 aprile

Una Domenica dei SanMarchini più variegata che mai … tanti i numeri da leggere, tanti i risultati ottenuti!! Complimenti ai nostri Leoni alati che portano ovunque i colori della San Marco.

…………………………………………………………… 

Anversa Marathon

Massimiliano Milani, 2.33.48. Quinto Assoluto!! Primo di Categoria!!
La maglia della SanMarco (quinta) subito dopo gli inarrivabili Keniani, è cosa da tramandare ai posteri, con tutto l’orgoglio di appartenenza. Pensare che avrebbe voluto di più, che la dice lunga sul suo non sapersi accontentare, ma Osare, qualità necessaria alle imprese di Magellano, ammirato da Massi, ma arrivato anche lui dietro i Keniani Colombo e Vespucci.
Quasi in crisi di coscienza per i cinque minuti in più del previsto, appena dopo la maratona, si butta a capofitto nella 10 Miglia, cioè sedici km, in partenza per le stesse vie cittadine. Ritarda la partenza, nove minuti, distratto, e recupera 5000 dei cinquemila e cinquecento concorrenti. Immenso.
Riscatta ad Anversa l’italianità macchiata dalla brutta nomea di Simone Turchi da Lucca. Alloro!

 

Sarnico-Lovere. 25 KM

La classicissima , fra il Lago e la rupe, romantica e fascinosa, calda e rallentata. Da notare le scorribande godute in compagnia, stessi tempi.
Giuseppe Abadini, 2.08.10
Pietro Tuzzolino, 2.10.51
Laura Maffioli, 2.12.33
Giuseppe Misiano, 2.12.33
Sergio Ferraro, 2.24.08
Marco Vatilli, 2.33.33
Paolo Oldani, 2.33.33

 

Maratonina Cernusco Lombardone

Sandra Novo, 2.12.36. Quarta di Categoria!!
Compitino svolto da sufficienza, caldo ladro! Ma tradizione rispettata in quanto…buon compleanno!

 

Vertikal Sasso del Ferro. 3.5 KM. E 900 mt + (Sabato 21 Aprile)

Stefano Ruzza. Tredicesimo Assoluto!!

 

Trail delle Cinque Vette.Cuasso al Monte. (Domenica 22 Aprile)          30.500 KM Con 1550 mt +

Stefano Ruzza, 3.11.07. Sesto Assoluto!!
C’è solo Stefano che affronta disumane fatiche simili, in sole ventiquattro ore e con risultati mundial. Il segreto sta nelle possibilità fisiche non comuni e nel Verbo…Osare.
Sergio Orlandi, 4.08.05. Non uso a simili strappi di lunga decorrenza, impreviste discese che sono scivoloni a rotta di collo. Ma non resiste al richiamo del Verbo…. Osare.
Nicola Settembrini, 4.35.05. Attrazione fatale per Nicola, se somiglia al periplo della Val d’Aosta, cime e burroni compresi.

 

Trail Cuasso al Monte. 17,500 KM e 900 mt +

Roberta Slanzi, 2.32.06. Quarta Donna Assoluta!! Provarci o non provarci, questo è il dilemma. Ma se le parli di…Osare, non si tira indietro. Anche se quelle pareti “verticali” ti mandano in confusione, paiono l’Etemenanki, la Torre di Babele.

 

Adventurer Trail Race. Virginia. USA.  24 ore

Eleonora Duregon, 11.07.00. Si ferma al 70esimo KM.  DodicesimaDonnaAssoluta.   La risposta pronta di Ele ai più forti Sanmarchini. Ribatte colpo su colpo, l’Avventuriera.

 

Mezza di Trecate

Alessandro Mescia, 1.36.41
Luciano Rosso, 1.37.07
Luca Crespi, 1.37.39

 

Arconate Stravis

Sostitutiva della IVV Varesina, ma a partenza unica, come invocano ormai in molti per le ivv classiche.
Marta: “La San Marco ha parteciato con un super gruppo, circa 50, nonostante il caldo terribile. Percorso in gran parte sotto il sole, alternato tra asfalto e sterrato”.                        Nella 12 KM Terzo Assoluto Massimo Bongini, tra gli uomni e Prima Assoluta Marta Lualdi fra le donne.
Nella 21 KM Seconda Assoluta Raffaella Nebuloni, a conferma del valore  delle/dei nuovi ingressi in San Marco.
Come Gruppo classificati al Secondo Posto

 

Parigi Marathon (08 Aprile)

In una Parigi infuocata dalla canicola e da più di cinquantamila termosifoni in corsa:
Monica Pilla, 3.05.09. Prima Donna Italiana. 44esima su undicimila donne. Puntualmente in ritardo la notizia, colpa o merito della sua riservatezza. Ma gli aggettivi per lei si volgono in automatico in superlativi assoluti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *