La Domenica dei SanMarchini. Giugno 2021. Quarta

La “Domenica dei San Marchini” raccontata da Antonio Erre

 

Prima vi presento la Mascotte SanMarchina, si chiama: Marcolino
Ideata, confezionata, ordita, tessuta, ricamata dalla Signora delle Maratone, al secolo Sandra Novo.

 

 

 











MOONLIGHT HALF MARATHON
– Jesolo.

Christian Tagliaferri, 1.19.55. Secondo di Categoria!!
31esimo assoluto!! Su 1961 assatanati post pandemici in crisi di astinenza.
Ed è anche Personal Best!! Ritoccato di tre minuti il precedente.
Finalmente rivedo la sigla PB, grazie a Christian.
Se continua la miglioria sul covid, io lo so che arriveranno altri Personali,
e dovrò finalmente aggiornare le tabelle.
Tanti P.B. come lampi d’emozione, devo andare a rivederli, perché non li ricordo più, mi sfuggono.
Ma non è che sono un uomo senza memoria, ora non si usa più.
Ora si declina che sto “perdendo la capacità di selezionare i ricordi”,
l’ho letto da qualche parte….non ricordo dove!

 

 

 




COLORINA TRICOLORE
– 7,800 km.

Gara di livello nazionale.
Cristina Guzzi, 51.34. Quarta di Categoria!! A Podio (premiavano le prime cinque). 17esima donna.
Una Cri raggiante oltre ogni aspettativa. Vedersela con le migliori d’Italia e trovarsi a Podio mentre squilla l’inno nazionale!!
Gara impegnativa. Una prima ripida salita lungo un tratturo sterrato poi erboso. Si fiata, breve piano e subito si risale lungo l’argine dell’impetuoso Presio.
Quindi si scende, allacciate le cinture, perché fa paura quant’è scoscesa, con i tornanti stretti. Come paura ha fatto a Cri, non abituata a tali dislivelli.

 

 

 

 














Paolo Moncada
Nel ricordo dell’indimenticato SanMarchino Paolo, sgambata per le strade di Sacconago, come una virtuale fiaccolata, tenuta accesa e guidata dal suo grande amico Paolo Oldani.

GRAN PRIX CITTA’ DI NOVARA– Seconda Tappa.
Tappa disastrata dalla tempesta che si è abbattuta a corsa in corso.
Il fortunale si è portato via tutti gli appunti e gli arrivi di tappa.
Ma i nostri c’erano imperturbabili:

Roberto e Luigi Gaiga, Luciano Pellizzon, Francesco Benini, Stefano Pinotti.


 

 








Si riprende davvero la normalità, si rivede anche chi non corre 
dalla pre-pandemia.


Nel mezzo del cammin di nostra valle

mi ritrovai con Angelo il Poeta

che la strofa e la rima era smarrita,

essendo che non corre da una vita

che ricomincia e rinnovella invano

dopo venti mesi di divano.